Kerkorian scende in Gm

Il finanziere Kirk Kerkorian ha ridotto dal 9,9% al 7,4% la quota detenuta nel capitale di General Motors. Lo rende noto Tracinda, il braccio finanziario dell’investitore, precisando di aver venduto 14 milioni di azioni ordinarie tramite una transazione privata a 33 dollari. Negativa la reazione del titolo Gm a Wall Street dove ha ha perso posizioni. Il miliardario di origine armena ha preso la decisione in quanto è scaduto il termine di 45 giorni sull’indisponibilità dei titoli in portafoglio dopo l’uscita dal board di Gm, il 6 ottobre, di Jerome York, suo uomo di fiducia. Le dimissioni del manager erano legate al nulla di fatto nelle trattative di alleanza con Renault-Nissan.