Kia, ben Venga il nuovo monovolume

Kia amplia la sua proposta di modelli di segmento dimensionale B affiancando alla raffinata Soul il monovolume compatto Venga. È la prima volta che Kia attacca questo segmento, in cui farà esordire a breve anche la rinnovata Rio, pure con una versione monovolume. L’hanno chiamato Venga e non facciamo commenti, perché non è la prima volta che la mania estremo-orientale di ricercare nomi italiani, probabilmente per darsi un tono artistico-letterario, dà origine a risultati discutibili.
Al di là di questo aspetto (Venga, comunque, si presta anche a coniare spot originali), ancora una volta gli stilisti e i tecnici della casa coreana hanno comunque concepito e sviluppato una vettura che, tanto per cominciare, vanta una linea sicuramente piacevole, soprattutto nel profilo e nella vista posteriore. Il frontale non ha una personalità particolarmente forte, ma è pulito ed elegante. L’interno è molto spazioso, accogliente, luminoso e ben accessibile, sia ai posti anteriori che ai posteriori. Il design dell’abitacolo mostra una pregevole ricerca di funzionalità e spigliatezza, in particolare nella strumentazione e in tutta la plancia e console. La qualità esecutiva, notevole anche nei minimi dettagli, esalta ulteriormente il lavoro del designer dell’interno, dove ha saputo ricavare una buona abitabilità per cinque adulti in un monovolume compatto lungo 4,07 metri il cui vano bagagli propone una volumetria minima di ben 440 litri. L’accesso al veicolo è facilitato dall’altezza di 1.600 mm e dal passo di ben 2.615 mm, veramente molto ampio per una vettura di queste dimensioni globali. A rendere ancora più godibile lo spazio interno disponibile, va citato anche il sedile posteriore scorrevole e, ovviamente, abbattibile in modo da arrivare a disporre di un vano di carico fino a ben 1.488 litri. La gamma delle motorizzazioni con cui Venga sarà commercializzata in Italia include due propulsori a benzina, un 1.400 cc da 90 cv e un 1.600 da 125 cv, e tre turbodiesel: il 1.400 cc, nelle due esecuzioni da 77 e 90 cv, nonché l’ottimo 1.600 cc da 115 cv. Tutti sono omologati Euro 5 ed entro tempi relativamente brevi saranno disponibili anche le versioni bi-fuel, a Gpl, dei propulsori a benzina.
Per la prima presa di contatto abbiamo scelto Kia Venga 1.4 Crdi Ex con il turbodiesel da 90 cv associato a un ottimo cambio manuale a 6 marce, proposta a 18mila euro, meno 1.000 euro di promozione al lancio. Il prezzo di ingresso di Venga è così di 13.900 euro, incluso l’incentivo al lancio. Il turbodiesel 1.4 da 90 cv è grintoso, non ha timore di girare alto e offre una solida risposta in potenza da circa 2mila giri. È anche piacevolmente silenzioso e garantisce prestazioni ragguardevoli, 170 chilometri orari di velocità massima e 14,5 secondi nell’accelerazione 0-100, con un consumo di 4,7 litri ogni 100 chilometri. L’autotelaio ha dimostrato un comportamento sicuro, stabile in velocità, agile nel traffico e preciso sul misto. E il comfort, anche acustico, è sorprendentemente elevato per un monovolume di questa classe dimensionale.