Kia, l’offensiva è cominciata

Luigi Cucchi

Tra le novità del Salone di Ginevra vi è il prototipo «Cee’d», la nuova Kia che verrà presentata a fine settembre a Parigi e costruita da dicembre in Slovacchia, a Zilina, sito che avrà una capacità produttiva di 300mila unità l’anno. «È un’auto destinata all’Europa, caratterizzata da forme concrete, linee filanti e soluzioni funzionali dell’abitacolo», evidenzia Giuseppe Bitti, amministratore delegato di Kia Italia, società che nel 2005 ha registrato uno dei più elevati tassi di crescita nel nostro Paese: più 43,4%, immatricolando 37.516 vetture. Best seller è Picanto, seguita da Sorento, Sportage e Carnival. Ora Kia si sta preparando a una vera offensiva di prodotto. Tra le 6 novità previste nel 2006, oltre alla seconda generazione di Magentis che debutterà tra fine primavera e inizio estate, vi sono il rinnovato Sorento, il Suv già venduto in 144mila unità nel mondo nel 2005, il prototipo di una compatta a 5 porte del segmento C e il nuovo Carnival. Il monovolume è alla seconda generazione e si caratterizza per il passo corto, a dimostrazione di come Kia presti l’orecchio ai gusti degli europei. Il nuovo Carnival ha portiere laterali posteriori e portellone «motorizzati», per renderne più agevole l’apertura. È più alto e largo ma, conseguenza del passo corto, meno lungo del precedente. All’interno vanta soluzioni importanti in fatto di abitabilità e comfort, versatilità e modularità degli interni: mantiene infatti i 7 posti secondo lo schema 2+3+2, ma i 5 posti della seconda e terza fila possono essere spostati, regolati, rimossi, reclinati indipendentemente l’uno dall'altro. Kia ha scelto due nuovi motori, entrambi da 185 cv a benzina e diesel, e annuncia l’estrema maneggevolezza del suo Mpv grazie a un sistema che riduce il raggio di sterzata (Vrs) e si lascia apprezzare soprattutto nella guida urbana. Sul mercato, la nuova Carnival debutterà in estate. Lieve restyling anche per Sorento che avrà due nuove unità, un turbodiesel common rail da 170 cv, con turbocompressore a geometria variabile e il 21% di potenza in più rispetto all’attuale versione, mentre la novità benzina è un piccolo bolide per un 4x4: un V6 3.5 litri da 235 cv. Il nuovo Sorento arriverà in maggio. La seconda casa coreana, affiliata del gruppo Hyundai, ha realizzato utili netti in crescita del 2,9% a 680,9 miliardi di won (quasi 600 milioni di euro) e un fatturato in aumento del 4,6%. Kia ha venduto complessivamente 1,27 milioni di veicoli (più 13,9%), esportandone 840mila (più 10,4 %). L’obiettivo per il 2006 è crescere, anche se di poco, a circa 1,3 milioni. Nella graduatoria dei primi costruttori al mondo, Hyundai-Kia ha superato i francesi di Psa, conquistando il settimo posto con vendite pari a 3,39 milioni di esemplari, circa 20mila in più dei transalpini. Hyundai e Kia, quest’anno, porteranno l’attacco a DaimlerChrysler con l’obiettivo di crescere a circa 4,2 milioni di unità.