Kia Sportage adesso diventa EcoSuv

da Carnago (Varese)

Agile, lucida, pronta a cogliere i mutamenti di umore del mercato, la politica di marketing che Giuseppe Bitti ha attuato da quando è alla guida di Kia Motors Italia, azienda del gruppo Koelliker, ha portato la casa coreana a capitalizzare al massimo, anche sul nostro mercato, la crescente qualità e competitività dei propri modelli.
Kia, infatti, ha reagito con estrema rapidità al rinnovato interesse del pubblico nei confronti del gpl proponendo Picanto in edizione bi-fuel e ora, in attesa di un’analoga versione anche dei modelli Cee’d, spiazza tutto cogliendo l’occasione fornita dall’aggiornamento del suo cavallo di battaglia, il Suv Sportage, per inventarsi l’EcoSuv bi-fuel a bassissimo impatto ambientale.
Sportage, che dalla prima edizione del 1993 ha venduto in Italia oltre 32mila unità, si presenta in una veste rivisitata nell’estetica, con alcuni ritocchi che danno maggiore slancio nella sezione posteriore e più linearità ed eleganza a quella anteriore.
Ad aggiungere grinta ci pensa l’assetto più forte, con passaruote allargati e nuove ruote in lega leggera, da 16 pollici, con pneumatici in misura 215/65-16, o addirittura da 17 pollici, con radiali da 235/55-17. Nuovi i gruppi ottici, sia anteriori che posteriori e, per tutti i motori, i doppi terminali dell’impianto di scarico.
Ancora più importanti gli aggiornamenti agli interni, con nuovi sedili anteriori, più ampi e confortevoli, maggiore abitabilità posteriore, il nuovo volante e la plancia con il nuovo gruppo strumenti. Più ricca anche la dotazione di serie, che include il climatizzatore automatico a controllo elettronico. Due le motorizzazioni prioritarie per l’Italia: il turbodiesel 2.0 Vgt, con potenza aumentata a 150 cv e omologazione Euro 4, e il 2.0 Cvvt da 141 cv, disponibile, come detto, in versione bi-fuel (benzina-gpl). Kia Motors Italia offre anche la garanzia di 7 anni/150mila chilometri e di 5 anni/100mila km per l’EcoSuv bi-fuel. Prezzi molto competitivi, con la versione base, a sola trazione anteriore, proposta a 21.950 euro che, con la promozione al lancio, scendono a 18.650.
Per il test ci siamo concentrati su Sportage EcoSuv 2.0 Cvvt bi-fuel, la principale novità motoristica. L’impianto della Brc si è confermato eccellente, molto funzionale, impeccabile nei passaggi da un carburante all’altro e con una riduzione delle prestazioni molto contenuta, come ha dimostrato uno scarto di solo 3 chilometri orari nella velocità massima che, nella versione a trazione integrale, si è confermata di 171 orari a gpl, contro i 174 con l’alimentazione a benzina.
Maneggevole, con un diametro di volta molto contenuto che consente di districarsi bene anche in un fuoristrada stretto, confortevole anche sul piano acustico, il nuovo EcoSuv della casa coreana ha confermato tutti i pregi della tradizione Sportage, a cominciare dalla versatilità che deriva da una abitabilità di tutto rispetto per un veicolo di 4,35 metri.