Il killer confessa: «Avevo già fatto un altro attentato»

Interrogato per circa quattro ore nel carcere di Lecce, il 68enne Giovanni Vantaggiato, reo confesso della strage di Brindisi, ha ammesso la sua responsabilità anche riguardo un altro attentato: «Misi io la bomba a Parato». Lo ha riferito il suo difensore Franco Orlando che si è intrattenuto con il suo assistito nel carcere anche dopo l’interrogatorio: «Ha confessato l’attentato a Cosimo Parato del 2008 e ha fornito ulteriori particolari sull’attentato di Brindisi, ma fi particolari anno parte delle indagini e dovranno essere chiariti». Il 68enne di Copertino ha così confessato l’attentato avvenuto nel 2008 a Torre Santa Susanna ai danni di Cosimo Parato, da lui accusato di averlo truffato. Per quanto riguarda un presunto memoriale scritto dal killer l’avvocato smentisce: «È una bufala mediatica».