Kjaer arriva alla Roma Forlan-Inter: è fatta Malouda per la Juventus

Diego Forlan è il dopo Eto’o. E chissà se a breve anche lui parlerà di Moratti-dio, come ha fatto il camerunense prima di partire per la Russia. Anche perché l’Inter lo ha accontentato in tutto. Infatti la svolta c’è stata la notte scorsa con l’intesa raggiunta tra Marco Branca e l’agente, Daniel Bolotnicoff: biennale a 4 mil più bonus, di fatto quello che prende all’Atletico Madrid. Superata dunque la distanza con il club nerazzurro che non andava oltre i 3,2 milioni d’ingaggio. Ieri Bolotnicoff e Vigorelli sono volati a Madrid per chiudere col club spagnolo a circa 4 milioni. L’obbiettivo è di tornare già oggi a Milano col giocatore per le visite mediche. Forlan al suo fianco potrebbe avere Zarate, separato in casa alla Lazio, o Tevez, ma solo in prestito. Ieri l’Inter ha rivisto il Genoa: fatto l’accordo per la comproprietà di Kucka e Viviano, che restano nelle rispettive squadre. Il ds rossoblù Capozucca ha incontrato Bozzo l’agente di Gilardino: non ancora previsti incontri con la Fiorentina.
Ieri è stato il giorno delle visite mediche di Aquilani, il mister X del Milan. E anche delle prime parole. «È la svolta della mia carriera». Identiche a quelle dell’arrivo alla Juventus. Resta aperto il discorso ritorno di Kakà (ci sta pensando anche l’Arsenal), ma solo in prestito, con diritto di riscatto, e con lui che si riduce l’ingaggio. La Juve di Conte mette le ali: Giaccherini fa le visite, Marcelo Estigarribia è già a Torino, arriva in prestito dal Newell’s Old Boys. Ma non è finita qui. Potrebbe aggiungersi anche Malouda, scrivono in Inghilterra. E per meno di dieci milioni di euro. E poi la difesa: Bruno Alves dello Zenit, scambio con Bonucci e, se dovesse arrivare il francese del Chelsea, anche Pepe. Questo non esclude Lugano. Visite mediche per Osvaldo da ieri a Roma, praticamente messo alla porta Borriello, non convocato in Europa. Intanto il giocatore dice: «Via solo per una big». Kjaer, difensore del Wolfsburg, è sbarcato ieri sera a Roma: sarà giallorosso in prestito oneroso di 2 milioni, riscatto a 6,5. Corvino ha ribadito che Montolivo verrà ceduto solo all’estero. De Laurentiis spinge su Rossi, ma il ds Bigon frena: «Per concretizzare la trattativa non basta». Davide Pisoni