Ko a Catania l’Amatori cerca riscatto

Una brutta botta, ma l’Amatori non molla. Battuti a sorpresa sul campo catanese del San Gregorio l’altro ieri, nel match di andata, i «Tori» del rugby milanese continuano a ritenere la promozione in serie A un obiettivo a portata di placcaggio. Domenica prossima, 18 maggio, sul terreno amico del Giuriati di via Ponzio, la partita di ritorno, gli ottanta minuti che valgono una stagione. E forse di più: perché se andasse male, forse sarebbe l’intero progetto di riportare Milano al grande rugby - già naufragato l’anno scorso ai play off per la promozione - a uscirne malconcio.
«Posso dire solo: andiamo al Giuriati e ce la giochiamo». Marcello Cuttitta, allenatore dell'Amatori, si guarda bene dal lanciare proclami di vittoria. «Però già domenica sera, in aeroporto, mentre aspettavamo di imbarcarci per Milano, ho studiato minuto per minuto la partita con il San Gregorio. Loro, probabilmente, ci hanno creduto di più. Ma noi abbiamo fatto due mete pensate, costruite; loro due mete nate per caso da nostre ingenuità. Insomma, possiamo farcela. Di sicuro, tatticamente non sarà la stessa partita dell’andata».