Koelliker, sarà Livorno la centrale dell’auto asiatica

da Livorno

Il Gruppo Koelliker, che importa e distribuisce i marchi Hyundai, Kia, Mitsubishi e Ssangyong, è una delle realtà più solide, e in continua crescita, del mercato automobilistico italiano. Oltre 1,6 miliardi di fatturato lo scorso anno, 535 dipendenti, 433 concessionarie, 1.380.00 auto consegnate in oltre 70 anni di attività in Italia (98mila quelle previste per il 2007) sono il frutto della genialità, dello spirito pionieristico e dell’intuizione delle potenzialità insite in marchi praticamente sconosciuti che accomunano Bepi Koelliker, il fondatore, che fece scoprire al pubblico italiano il fascino delle auto inglesi, e il figlio Luigi, oggi a capo dell’azienda. Per razionalizzare, in termini di efficienza e di costi, la gestione della logistica di tante auto ogni anno, la Koelliker ha fondato nel 2002 la Autotrade&Logistics, società che ha realizzato (con un investimento di circa 50 milioni) in località Vicarello di Collesalvetti, a 9 chilometri dal porto di Livorno, l’autoparco del Faldo.
Inaugurato nel 2004 e oggi attivo ai limiti della capacità massima, il centro occupa un’area di 650mila metri quadrati che può ospitare fino a 22mila vetture che arrivano, a un ritmo di 1.000/1.500 il giorno, su bisarche caricate sulle vicine banchine dello scalo toscano. Qui attraccano le navi provenienti da Corea e Giappone su cui vengono trasportate le auto del Gruppo Koelliker destinate all’Italia (nel caso di Ssangyong anche quelle per Austria, Ungheria e Gran Bretagna) che sbarcano il loro carico in un parcheggio che può contenere fino a 5mila macchine. Al Faldo, non appena giunge l’ordine dal dealer, si procede alla preparazione finale delle vetture, lavandole, verificandone lo stato (all’autoparco c’è anche una pista di 8,7 km) e riparando eventuali danni da trasporto nella carrozzeria interna. Da qui le 130mila unità movimentate ogni anno dai 120 addetti partono per la destinazione finale, ancora una volta su gomma, a bordo delle 80 bisarche della Trasporti Vetture Adriatico, una flotta di proprietà della Koelliker. Poco utilizzato è lo scalo ferroviario interno. In brevissimo tempo la Autotrade&Logistics si è affermata per efficienza, competenza e neutralità, tre doti che hanno spinto Peugeot e Citroen a utilizzare il centro del Faldo per le circa 30mila unità l’anno di auto prodotte fuori dalla Francia destinate al nostro mercato. Entro il 2009 il Faldo ingloberà un’area contigua di altri 350mila metri quadrati, raggiungendo così la dimensione oltre a cui un centro logistico non deve andare per conservare l’efficienza, espansione che potrebbe essere collegata anche alle attenzioni che Koelliker sta dedicando alle case cinesi.