Kojak torna in tv e diventa nero

Ve lo ricordate il tenente Kojak, il poliziotto newyorkese degli anni Settanta con il lecca lecca in bocca e il cappello fedora? Tornerà sul piccolo schermo tra pochi giorni, ma al suo posto i vecchi fan troveranno un agente nero. Proprio così. Sarà infatti Ving Rhames (famoso per aver vestito i panni dello spacciatore Marcellus di Pulp Fiction) a prendere il posto del poliziotto interpretato da Telly Savalas. Nei nove nuovi episodi, in onda dal 4 settembre, tutti i lunedì alle 21 sul canale 136 di Sky, Ving continuerà le imprese del tenente che a partire dal 1973 ha girato cinque serie del telefilm, per un totale di 190 puntate. Ving Rhames, che è anche produttore, non è mai stato un grande appassionato della serie, anche se la sua esperienza di vita lo avvicina molto alla realtà della fiction: «Quello che accadeva nella serie accadeva anche nel mio quartiere, appena al di là della porta di casa» ha commentato l’attore, che all’epoca aveva solo dodici anni. Per questo Rhames ha saputo apportare al telefilm «una differente prospettiva», quella dei «gruppi oppressi». La fiction sembra addirittura offrire uno spaccato multiculturale della stazione di polizia newyorkese, si tratta «dell'unico show della tv con un afro-americano come protagonista di una serie drammatica. Secondo: quello che mi sta a fianco è Chazz Palminteri, un italo-americano. Terzo: Rosalyn Sanchez è portoricana-americana» spiega Rhames.