Koleos, ecco la svolta Renault Un’auto che fa comodo a tutti

La novità si rivolge a chi cerca un Suv o un crossover. Anche con la sola trazione anteriore. Tetto apribile di grandi dimensioni. Da 22.950 euro

La versatilità è una dote che alle automobili Renault non è mai mancata, dai taxi della Marna - che nella Grande guerra trasportarono le truppe al fronte - alla R4, regina di deserti e foreste, fino alla duttile Scénic di oggi. Non c’è, dunque, da meravigliarsi se il costruttore transalpino, cimentandosi nella realizzazione di un nuovo crossover, l’auto versatile per definizione, nella quale si mescolano i concetti di berlina, station wagon, Suv e fuoristrada, sia riuscita subito a creare un punto di riferimento più avanzato in questa categoria in forte espansione.
Progettata da Renault, equipaggiata della trazione integrale All mode 4x4i di Nissan e prodotta nello stabilimento Renault Samsung di Busan, in Corea del Sud, la nuova Koleos è la prima vettura che vede il coinvolgimento di tutti i partner dell’Alleanza Renault Nissan. Esteticamente, tuttavia, Koleos si percepisce immediatamente che è una vera Renault, grazie alla grande losanga inquadrata dalle prese d’aria che domina il frontale di un corpo vettura che si distingue per la muscolosità che non è mai eccessiva, da 4x4 che lascia intuire maneggevolezza e facilità d’uso, come si conviene a una berlina sportiva. Lunga 4,52 metri, larga 1,85, alta 1,69, la nuova crossover francese a quattro porte più portellone ad apertura sdoppiata, si distingue dalle concorrenti per l’abbondanza di spazio a bordo, offerta da un abitacolo studiato fin nel più piccolo dettaglio per offrire il massimo comfort in ogni situazione: dal traffico cittadino ai lunghi viaggi, fino al fuoristrada. La luminosità è assicurata dal tetto apribile di grandi dimensioni, mentre all’intrattenimento provvede l'inedito Bose Sound System.
Comunicazione e navigazione sono invece gestite attraverso l’evoluto sistema Carminat Bluetooth Dvd, un’esclusiva di Renault. La funzione «easy break», che permette di modulare con facilità la configurazione dei sedili in numerose combinazioni, e i vani portaoggetti che hanno una capacità complessiva di 70 litri (oltre ai 28 l disponibili sotto il piano di carico) portano ai massimi livelli la fruibilità dello spazio a bordo. Destinata a conquistare un pubblico che sceglie Suv e crossover per la loro ecletticità e per il look che infonde sicurezza e dinamicità, ma che in molti casi non ha realmente bisogno della trazione integrale, Koleos viene proposta anche nella versione a trazione anteriore. La sua indole autentica, tuttavia, la spinge ad abbandonare l’asfalto per inoltrarsi con la massima affidabilità nell’«offroad» impegnativo (188 mm di altezza dal suolo nelle versioni diesel e angoli di attacco e di uscita di 27° e 31° sono valori da vera fuoristrada) sfruttando la moderna trazione integrale All mode 4x4i, sviluppata da Nissan per il nuovo X-Trail. Il sistema, che in condizioni normali invia tutta la potenza alle ruote anteriori, provvede a distribuirla fra i due assi (fino a un massimo di 50/50) secondo le necessità riscontrate da una fittissima rete di sensori, lasciando comunque al guidatore di scegliere la modalità di marcia a due sole ruote motrici. Le giuste ambizioni di Koleos sono confermate dai propulsori scelti per muoverlo, tutti ad alte prestazioni e consumi contenuti: un motore a benzina, 2.5 litri e 170 cv e due turbodiesel 2.0 dCi da 150 e 170 cv. Due i livelli di allestimento e prezzi da 22.950 a 30.200 euro.