Kosovo Assolto all’Aia l’ex presidente serbo

L’ex presidente della Serbia Milan Milutinovic, 66 anni, accusato con altri cinque fedelissimi di crimini contro l’umanità e crimini di guerra compiuti durante la guerra del Kosovo (1998-99), è stato assolto da tutte le accuse dal Tribunale penale internazionale per i crimini commessi nella ex Jugoslavia (Tpi) dell’Aia. Il Tpi ha invece condannato a pene comprese tra i 15 e i 22 anni, inferiori alle richieste del Procuratore, gli altri coimputati. Dura la reazione del governo serbo, mentre il presidente del Kosovo Fatmir Sejdiu, ha detto di avere «piena fiducia» nel Tpi. Milutinovic era accusato di crimini di guerra, crimini contro l’umanità, deportazioni, trasferimenti forzati, morti e persecuzioni per aver tentato di scacciare gli albanesi dal Kosovo con «una campagna sistematica di terrore e di violenza»