"Kosovo, l'indipendenza è questione di giorni"

Il presidente dell’autorità provvisoria Fatmir
Sejdiu, ha detto alla Bbc che sul distacco della provincia dalla Serbia "avremo una posizione chiara e decisa, aAbbiamo sostegno forte
degli Usa e dell’Ue". Radio Kosovo: proclamazione il 6 febbraio

Roma - Il presidente dell’autorità provvisoria del Kosovo, Fatmir Sejdiu, ha detto in un’intervista alla Bbc che l’indipendenza della provincia dalla Serbia "è solo una questione di giorni. C’è rimasto poco tempo, avremo una posizione chiara e decisa". Per Sejdiu, "l’indipendenza ha il sostegno forte degli Usa e dell’Ue, che sono a favore dell’adozione del piano del mediatore Onu Ahtisaari, la miglior soluzione possibile per lo status del Kosovo". Il presidente kosovaro ha quindi precisato: "La migliore soluzione sarebbe quella di passare attraverso il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, ma questo processo è bloccato»". Parole che si riferiscono alla posizione di Mosca, che è nettamente contraria all’indipendenza della provincia serba a maggioranza albanese.

Radio Kosovo: proclamazione il 6 febbraio L’indipendenza del Kosovo sarà proclamata il 6 febbraio. Ha poi reso ha reso noto oggi Radio Kosovo citando fonti vicine al primo ministro Hashim Thaci. La radio ha precisato che il documento che proclama l’indipendenza sarà approvato in quel giorno dal parlamento e ha aggiunto che altri paesi faranno altrettanto in rapida successione. Secondo la radio, non si sa se l’Ue in quanto tale riconoscerà l’indipendenza del Kosovo e o se lo faranno individualmente i paesi membri.