Kosovo, no serbo al piano dell’Onu

Belgrado. Il Kosovo, culla del nazionalismo serbo, non deve diventare albanese. Questo il messaggio lanciato ieri dal Parlamento della Serbia riunitosi per la sua prima seduta dopo le elezioni dello scorso 21 gennaio. L’Assemblea ha respinto a stragrande maggioranza il piano elaborato dal capo negoziatore dell'Onu, l’ex presidente finlandese Martti Ahtisaari, le cui proposte di fatto garantiscono l'indipendenza alla provincia serba del Kosovo. Il Parlamento ha rinnovato il mandato dei negoziatori belgradesi a partecipare ai colloqui previsti per il 21 febbraio a Vienna.