Kosovo, spaccatura a Palazzo di Vetro

Mosca contraria alla missione civile dell’Unione Europea

da New York

Nel Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ci sono «dissensi molto profondi» sulle strade da percorrere per giungere a una soluzione della questione kosovara. Al termine della seduta dell’organo supremo del Palazzo di vetro il ministro degli Esteri Massimo D’Alema ha detto ai giornalisti che il Consiglio ha preso atto del fallimento del negoziato, ma che i sostenitori delle due posizioni restano irremovibili.
Per parte propria ha notato che «è difficile parlare di indipendenza per un Paese occupato da 16mila soldati e duemila funzionari europei». A suo tempo, ha detto il ministro, il governo italiano consulterà il Parlamento sulla questione. Intanto, «l’Unione europea - ha aggiunto D’Alema - andrà avanti con il programma di dispiegamento della forza civile e di polizia dall’inizio del 2008». Ieri il rappresentante di Mosca ha ribadito il suo «no» a questa operazione. Ma il capo della Farnesina ha ribadito che, secondo i rappresentati europei e statunitensi, la risoluzione 1244 dà mandato per una missione di questo tipo.