La Kostner affila le lame Ora vuole l'oro ai Giochi

La pattinatrice spera nel colpaccio dopo l’oro agli Europei: "Sono cambiata molto. E ora sto bene". L'azzurra, che da mesi si allena negli Usa, sarà in gara domani notte

Carolina Kostner arriva a Vancouver con buone sensazioni e la convinzione «di essere cambiata molto». L’azzurra del pattinaggio comincerà domani notte la sua avventura a cinque cerchi. «Ho fatto una scelta coraggiosa. Il trasferimento a Los Angeles è stato per me molto importante», dice la Kostner a Casa Italia. «È un’avventura nella quale mi sono gettata con tutta me stessa. In America ho trovato un nuovo allenatore (Frank Carroll, ndr) ma anche un nuovo metodo di allenamento». I progressi si sono notati ai recenti campionati europei, in cui la Kostner ha vinto la medaglia d’oro. «Dagli Stati Uniti la prospettiva delle cose cambia: si vede il proprio esercizio in un modo diverso e si capiscono molte cose. Vivere in America mi ha molto responsabilizzato, mi si è aperta la mente e sono anche più indipendente: in fondo in pista si va da soli», osserva l’azzurra, «come ho già detto credo di essere cambiata molto, specialmente da un anno a questa parte». Sugli obiettivi di questa Olimpiade, però, non si sbilancia: «Se pattino bene, se vado in pista tranquilla, credo di poter fare bene. Ora mi godo questi giorni prima della gara, mi voglio allenare bene questi due giorni e poi regalarmi un sogno: quello di pattinare come so fare».