Kostner medaglia d’oro in Tv 11 milioni per vederla cadere

Carolina Kostner, ennesimo personaggio pulito proposto da Torino 2006, ha bucato il video: giovedì sera, in occasione della sua finale, undici milioni e mezzo di telespettatori italiani hanno seguito la sua esibizione, che ha sconfitto così i dibattiti politici, resi frequenti dalle imminenti elezioni, ma anche le fiction, il Grande Fratello, gli incontri delle coppe europee di calcio. Gli italiani, dunque, hanno scelto una serata diversa, affascinati da questa ragazzina mai sguaiata, mai volgare, poco propensa ad attaccare arbitri e giudici. A fine gara si è come liberata: «Per fortuna, l’Olimpiade è finita, mi sono tolta un peso». Non ha colpe, non ha mai detto di puntare al podio. Poche parole, si è esibita, è tornata in panchina, continua a essere e a vivere come prima dell’Olimpiade, della sfilata, dei complimenti del presidente Ciampi. Personaggi come Carolina sono lo sport e, in un certo senso, sono la televisione quale vorrebbe una grande fetta di italiani.