«Krasic non è uno da panchina»

Dejan Joksimovic sta preparando l'addio di Krasic: «Lui è felice di stare alla Juventus, però non è un calciatore da panchina. Se continuerà così, allora si cercherà un'altra soluzione».

Dejan Joksimovic sta preparando l'addio di Krasic. L'agente della punta esterna bianconera ha detto: «Krasic è felice di stare alla Juventus, però non è un calciatore da panchina. Se continuerà così, allora si cercherà un'altra soluzione». Difficile pensare che un messaggio del genere rilanci le quotazioni di Krasic in società. C'è stata confusione al momento di acquistare un calciatore che non si è saputo adattare alla nostra serie A, e c'è confusione anche fra i suoi procuratori: «Io sono l'unico agente di Krasic -ha detto Joksimovic -, mentre Naletilic mi ha soltanto aiutato nella mediazione con il Cska. Quindi l'unica persona che può parlare del giocatore sono io». E gli sta prospettando un futuro lontano dall'Italia, magari al City di Roberto Mancini che stravede per Krasic. Ma il Mancio aveva preso un buco anche con Amantino Mancini, stesso ruolo, stesso epilogo.