Kubica migliora ancora e domani la Lotus prova Liuzzi o Heidfeld

Migliorano le condizioni del polacco che verrà di nuovo operato. Da domani test di F1, stavolta a Jerez de la Frontera. E il team deve correre ai ripari per sostituirlo

Le condizioni generali di Robert Kubica sono in miglioramento anche oggi. Secondo i medici dell'ospedale di Pietra Ligure, dove il pilota polacco del team Lotus Renault di Formula 1 è ricoverato da domenica in seguito al terribile schianto di cui è stato protagonista nel corso del rally Ronde di Andora, nel savonese, lo stato delle infiammazioni è, considerando le condizioni generali, nella norma, e sono allo stesso tempo incoraggianti i segnali per il recupero delle funzionalità dell'avambraccio. Le dita della mano destra, per la quale in un primo momento si era temuto fosse necessaria l'amputazione, avevano già annunciato i medici, si muovono: c'é quindi la speranza di rivedere il polacco al volante di una monoposto. Domani - comunica la Lotus Renault - Kubica tornerà in sala operatoria per stabilizzare le fratture alla spalla destra e al piede destro. Tre o quattro giorni dopo il polacco verrà di nuovo operato al gomito, anch'esso fratturato. Kubica resterà ricoverato al Santa Corona almeno per altre due o tre settimane.
Intanto si comincia a parlare dei possibili sostituti, visto che domani, a Jerez, inizia la seconda serie di test in vista del via mondiale previsto per il 13 marzo, in Bahrein. La Lotus Renault farà provare o il tedesco Nick Heidfeld o il nostro Vitantonio Liuzzi. Prima guida è ora il russo Petrov, mentre i collaudatori sono il francese Grosjean e il brasiliano nipote d'arte, Bruno Senna.