Kundera non ritira il premio ceco

Per la prima volta nella sua lunga e gloriosa carriera letteraria lo scrittore Milan Kundera, 78 anni, ha ricevuto un alto riconoscimento nella sua patria natale: riceverà infatti domani il Premio di Stato della Repubblica Ceca, conquistato grazie al romanzo L’insostenibile leggerezza dell’essere, pubblicato in Francia nel 1984 ma tradotto in lingua ceca solo l’anno scorso. Kundera ha scritto una lettera al ministro della Cultura, Vaclav Jehlicka, esprimendo gratitudine per il premio (15.700 dollari), ma ha precisato tuttavia di non poter prendere parte alla cerimonia che si terrà a Praga per problemi di salute, che però non sono stati specificati. Sul caso è così scoppiato un piccolo giallo. Sulla stampa ceca è trapelata qualche indiscrezione secondo la quale la mancata presenza di Kundera a Praga, dove è tornato dal 1989 solo poche volte e sempre nel più stretto riserbo, sarebbe da leggere come una velata polemica del romanziere verso il suo ex Paese che lo avrebbe a lungo volontariamente ignorato e durante il regime comunista censurato. Pur essendo il più celebre e letto scrittore ceco, alcuni romanzi di Milan Kundera non sono mai stati pubblicati nella sua lingua madre.