Kuwait, per la prima volta quattro donne elette in parlamento

Fra le elette, tutte laureate in università americane, c'é
l'ex-ministra della Sanità Massuma al Mubarak, la prima donna ad
assumere la responsabilità di un dicastero kuwaitiano nel 2005, anno in cui è stato dato il diritto di voto anche all'elettorato femminile

Kuwait City - Per la prima volta, alcune donne sono state elette nel parlamento del Kuwait, il ricco e islamico emirato del Golfo persico. Dalle consultazioni svoltesi ieri sono state elette quattro candidate che siederanno nel parlamento composto da 50 seggi. In Kuwait, paese musulmano dove la politica è considerata un'attività da uomini, le donne hanno diritto di voto solo dal 2005 ma non avevano conquistato alcun seggio nelle precedenti

elezioni del 2006 e 2008. Fra le elette, tutte laureate in università americane, c'é l'ex-ministra della Sanità Massuma al Mubarak, la prima donna ad assumere la responsabilità di un dicastero kuwaitiano nel 2005. "E' una vittoria per le donne del Kuwait e una vittoria per la democrazia kuwaitiana. E' un balzo in avanti", ha commentato Aseel al Awadhi, una delle elette. La donna ha 40 anni, ha nel curriculum un dottorato dell'università del Texas ed è professoressa di Scienze politiche all'Università del Kuwait. Ha annunciato di voler concentrare la propria azione in parlamento, che conta 50 deputati, su economia, sanità educazione e ai diritti delle donne.