L’11 luglio fissate le regole per le primarie

Le regole per tenere le primarie nell’Unione ci sono già. Una bozza di regolamento per chiamare alle urne il popolo di centrosinistra per la scelta del candidato premier era stata messa a punto già a gennaio. Visto che il grosso del lavoro è stato fatto, è probabile che al vertice dell’11 luglio dei segretari verrà licenziata quella bozza di accordo e l’Unione avrà così le sue regole per le primarie. Del resto, il portavoce di Romano Prodi, Richi Levi, si è detto fiducioso su una conclusione positiva della futura riunione. A gennaio il lavoro sulle regole si fermò davanti ad alcuni «nodi politici» sull’assemblea programmatica che ora non ci sarebbero più. Il condizionale, comunque, è d’obbligo perché da Mastella, Verdi e Pdci sono state sollevate perplessità sulle primarie.
La bozza prevede: il versamento di un contributo; la dichiarazione di essere un elettore di centrosinistra e la presentazione di un documento.

Annunci

Altri articoli