L’11 settembre l’ha fatto Bush, tutto quello che sai è falso

A cura di Russ Kick; Tutto quello che sai è falso, Manuale dei segreti e delle bugie, Nuovi Mondi Media, pagg. 420.
Pagina 10: «La popolarità del predecessore di questo libro non è passata inosservata ai tradizionali mezzi di comunicazione; abbiamo ricevuto numerose chiamate da Hollywood e dalle principali case editrici, nella speranza di potersi impossessare della nostra formula segreta. Fanculo alla realtà del consenso!».
Pag. 18: «I servizi segreti americani, il Pentagono e l’amministrazione Bush erano perfettamente a conoscenza di quanto stesse per accadere l’11 settembre, e diedero precise disposizioni affinché i sistemi di difesa aerea non si attivassero. Essi volevano carta bianca dal popolo americano per andarsi a prendere il petrolio dove sappiamo. (...) L’unico modo per ottenere il consenso interno necessario ad avviare nuove guerre era terrorizzare a sufficienza il popolo americano».
Pag. 20: «L’antrace serviva solo a intrattenere il pubblico per un po’, tenendo alto il terrore e scoraggiando pericolose commissioni d’inchiesta».
Pag. 38: «Per investigare sui genitali di Clinton vennero spesi in America 62 milioni di dollari, contro i 3 milioni di dollari spesi per l’11 settembre».
Pag. 15: «Questo articolo è apparso per la prima volta in una rivista di fantascienza».