È l’8 marzo: donne 40 metri sopra il cielo

Una corsa in cima al cielo di Genova per festeggiare l’8 marzo. Al Porto Antico, dopo due mesi di lavori di manutenzione, torna in funzione il Bigo, l’ascensore panoramico divenuto il simbolo di Genova dopo le colombiane del 1992. La manutenzione straordinaria dell’impianto è cominciata l’8 gennaio scorso e ha richiesto un investimento di un milione e 300mila euro interamente sostenuto dalla Porto Antico Spa. La struttura e il nome del Bigo, ideato dall’architetto Renzo Piano, sono ispirati a una gru che veniva utilizzata sulle navi mercantili prima dell’avvento del trasporto via container. Oggi l’ascensore panoramico conduce i passeggeri a 40 metri di altezza e offre una irripetibile visione d’insieme a 360° sullo skyline genovese. Nel 2006 in linea con il trend positivo che ha visto crescere sempre più il numero di visite ha raggiunto quota 75mila unità. L’ascensore panoramico è aperto al pubblico dalle 10 alle 18 (il lunedì dalle 14 alle 18) costo del biglietto 3 euro. Ma oggi per le donne sarà gratis.
Donne e politica. Renata Oliveri, candidato presidente della Provincia per la Casa della Libertà sarà oggi alle 15 a Sestri Ponente, in piazza Banchero, davanti al gazebo della Lega Nord, per distribuire mimose e parlare insieme alle altre donne dei progetti e dell’importanza femminile anche nel mondo della politica. Alle 18 la Oliveri sarà all’incontro organizzato da Francesca Gastaldi Gallo al bar Garibaldi di via Garibaldi, a Genova. Alle 10.30 al Teatro della Gioventù di via Cesarea, invece, le donne del consiglio regionale si riuniranno per riflettere sul livello di emancipazione raggiunto dalla donna nel mondo del lavoro e della politica. A Rapallo, nella sala consiliare del Comune, alle 18, la professoressa Adriana Gardino, dell’Università di Genova, affronterà il tema «da elettrici a elette». Alla Galleria Cristallo mobilitazione delle quote rosa promosse da «Allenza per Rapallo» per le prossime elezioni amministrative.
Nonna ligure al Quirinale. Agostina Rossetto, presidente del centro di aiuto alla vita «Centro per la Famiglia e la vita di via Verdi», di Imperia, è stata chiamata dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a rappresentare, in occasione dell’8 marzo, le nonne della Liguria. Agostina, nonna di otto (quasi nove) nipotini è anche idealmente nonna di tanti altri bimbi che hanno potuto nascere anche grazie al sostegno che il centro diretto da Agostina ha saputo fornire alla loro mamme per portare a termine la gravidanza.
Donne in treno. Un convegno dedicato ai cambiamenti del lavoro delle donne assunte in Ferrovia: si svolge oggi alle 15 nella Sala Blu del Dopolavoro ferroviario a Genova Principe «La Ferrovia cambia musica» nel corso del quale saranno presentati i dati sull’occupazione femminile nel Gruppo Ferrovie dello Stato in Liguria e sarà avviata una riflessione su come conciliare il tempo libero da dedicare alla famiglia con il lavoro, introducendo particolari forme di flessibilità dell’orario.
Cinema in rosa. Un viaggio alla scoperta dell’universo femminile nel mondo del cinema: è «Super8. Festa del cinema delle donne», rassegna di 18 film tra cortometraggi, lungometraggi e documentari che si svolge alle 17.30 nella Sala Chierici della Berio, nell’ambito di Genova Filmfestival.
Musei a prezzo ridotto. Oggi entrate con il biglietto ridotto per le donne alla Gam, Castello D’Albertis, Museo Galata e Musei di Strada Nuova. A Palazzo Rosso, oggi, alle 15.30, e alle 17, visita guidata poetico-musicale ai personaggi femminili della pinacoteca con «Paolina e le altre»: un esperto di storia dell’arte insieme ai musicisti per la prima volta in un esperimento di comunicazione unico. Ingresso gratis per le donne fino a esaurimento posti. Al Museo Chiossone sarà invece possibile assistere, alle 17.30, alla conferenza «Donne e femminilità nell’arte giapponese» con proiezione di diapositive.
La Provincia dona la lavanda. Basta stereotipi in rosa, ma tanta voglia di riflettere e prendere coscienza. La Provincia di Genova organizza «Intorno all’8 marzo» una serie di appuntamenti che, iniziati martedì scorso, proseguiranno fino al 19 marzo. E come filo rosso dell’iniziativa un segnalibro profumato alla lavanda che sarà distribuito a tutte le donne. Oggi alle 9.30 per le scuole e alle 15.30 e 18.30, alla Sala Sivori, verrà proiettato il film di Ettore Scola, «Una giornata particolare..» con Marcello Mastroianni e Sophia Loren.
Gelato mimosa e rosa mistica. Non solo cultura, ma anche un piccolo cedere alle tentazioni: porte aperte oggi all’«Ice point» bar gelateria di via Rimassa dove verranno offerti alle signore dalle 16 alle 18 mimosa e gelato alla mimosa. Al Garden di Corso Italia, invece, sarà piantumata la «rosa mystica» dedicata alla Madonna e presentata in occasione della scorsa edizione di Euroflora.
Foto di donne di ieri. Una mostra fotografica composta da oltre 150 foto su grandi pannelli che racconta la vita delle donne dal 1950 ad oggi può essere visitata nella sede della società di Mutuo soccorso della Castagna di Quarto.
Ma come nasce l’8 marzo? Troppi non sanno come nasce la celebrazione e a fare un po’ di chiarezza ci ha pensato Mirco Volpedo con il suo libro «8 marzo, viaggio tra i miti, le mistificazioni e le tradizioni dell’8 marzo». L’autore è oggi alla Fnac di via XX Settembre, alle 18.
Donne di cuore. Comincia oggi ai Magazzini del Cotone la «V conferenza nazionale della società italiana per la prevenzione cardiovascolare». E data non fu mai più indicata per presentare i dati sulla prevenzione in cui le donne si dimostrano decisamente superiori agli uomini. Anche in Liguria sono infatti le donne ad essere più attente ai controlli salvavita: in un anno sei donne su dieci fanno tutti i principali esami di prevenzione, mentre due uomini su dieci invece non hanno mai visto un apparecchio per misurare la pressione in vita loro.