L’8x1000 alla Chiesa non al Vaticano

Per un’involontaria svista, un titolo di un box a pagina 6 del Giornale di ieri, faceva risultare il Vaticano come destinatario dei fondi derivanti dall’otto per mille. Come invece risultava dal testo dello stesso articolo, in realtà cresce la fiducia dei cittadini nell’azione della Chiesa italiana, a cui anche quest’anno, grazie alle firme dell’otto per mille, verrà devoluto un miliardo di euro. E sempre per le medesime finalità e cioè il sostegno del clero, l’azione formativa e le opere di sviluppo in Italia e all’estero. Neanche un centesimo di euro di tali somme andrà invece al Vaticano.