Dopo l’abbuffata, bilancia scova-grassi

Misura il rapporto fra massa magra e adiposa. Per i salutisti e per chi ha esagerato con il cibo

Barbara Carrer

Come rimedio (o triste constatazione) alla tradizionale «abbuffata» delle festività natalizie, quale regalo si rivelerà più utile di un individuatore di massa grassa? Proprio così; sorpassato il concetto della vecchia bilancia pesapersone, la nuova nata di casa Terraillon (modello Tfx 50 con innovativo design e metodo impedenziometrico) non si limita ad indicare il peso da un punto di vista quantitativo, bensì qualitativo. Come? Analizzando in modo preciso e veloce il tasso di massa grassa presente nel nostro organismo.
Il semplice controllo del peso, infatti, non basta; solo con il monitoraggio del tono muscolare (massa magra) è possibile ottimizzare la propria forma fisica e migliorare le condizioni di salute. Basta pensare che due individui, pur avendo lo stesso peso, possono avere un quantitativo adiposo diverso, in dipendenza di parametri variabili quali l’altezza e la struttura ossea. Ciò che conta è la relazione tra le due masse che da oggi, sportivi, salutisti e fanatici delle diete potranno conoscere in pochi secondi, salendo semplicemente sulla pedana vitrea dell’innovativo rivelatore.
Bando quindi a complesse misurazioni o astrusi calcoli matematici per monitorare le diversificazioni del proprio peso. Tfx 50 si avvale semplicemente del metodo di analisi bioelettrico. Grazie a quest’ultimo, un impercettibile impulso di 500-800 microampere (potenziale che non provoca disagi né effetti collaterali) viene trasferito tramite i piedi attraverso il corpo. La nuova Terraillon misura, quindi, il quantitativo di acqua presente nell’organismo e la quantità di muscoli o tessuti magri (che contengono poca acqua). La differenza tra il peso corporeo e la quantità di tessuto magro esprime il volume di grasso che, combinato con i parametri forniti (peso, altezza e sesso) dall’utente, viene convertito in percentuale di grasso.
Chissà che una misurazione più completa e dettagliata del peso contribuisca a scongiurare il cosiddetto «incubo da bilancia» che assilla milioni di italiani, specialmente in periodi clou come le vacanze natalizie o la vigilia della prova costume.