L’abito da sposa diventa una borsa

Altro che Mary Poppins, la borsa che contiene il più grande dei desideri l’ha inventata Giovanna Sbiroli. Pochi semplici movimenti e una raffinata borsetta da viaggio si trasforma niente meno che in un abito da sposa. La nota casa di moda nuziale di Putignano, nel Barese, ha presentato la novità a Roma, durante la sfilata organizzata a palazzo Rospigliosi Pallavicini Sforza nell’ambito dell’evento «Puglia in tour», un progetto nato con l’obiettivo di promuovere a livello nazionale e internazionale gusto e moda della regione e che ha visto la sua prima tappa nella capitale, dove è stato presentato il vestito. L’abito «in bag» è stato creato con un tessuto di seta in precedenza stropicciato e appoggiato a grandi pannelli su gonnelloni di tulle. Il tutto è poi ripiegato all’interno di un involucro di rafia compressa con l’organza, che con un semplice movimento di sollevamento zip si trasforma in bustino. La tracolla che serve per reggere la borsa si trasforma, invece, in velo nuziale.