Al via l’accordo Edison-Grecia

È stata costituita ad Atene Igi Poseidon, la joint venture paritetica tra Edison e l’azienda di Stato greca Depa, per lo sviluppo, la costruzione e l’esercizio del metanodotto di collegamento Grecia-Italia. Il metanodotto, già in fase di avanzata autorizzazione, coprirà il tratto marino di 200 chilometri tra la costa pugliese e quella greca, e consentirà l’importazione annuale di 8 miliardi di metri cubi di gas naturale provenienti dall’area del Mar Caspio, nella quale si trova oltre il 20% delle riserve mondiali. Il valore strategico dell’infrastruttura, ricorda Edison, è stato ribadito a livello istituzionale con la firma di tre protocolli di intesa: al primo accordo tra l’Italia e la Grecia del novembre 2005, ne è seguito uno tra Italia, Grecia e Turchia nel luglio 2007, e un terzo con l’Azerbaijan nel dicembre dello stesso anno, completando il quadro politico a supporto del corridoio di transito. Anche in forza di tali accordi, Edison e Depa hanno avviato un negoziato con le società operanti nell’upstream in Azerbaijan per assicurare le forniture di gas naturale al nuovo metanodotto, per la realizzazione del quale Edison e Depa investiranno circa 500 milioni di euro.