L’accusa di Alberoni: «Con la metrotranvia Milano ha fatto un errore enorme»

Tutti gli effetti collaterali della tramvia. Ad elencarli, senza fare tanti complimenti, è il professor Francesco Alberoni, per convincere le altre città a non seguire il «cattivo esempio» di Milano. «Avevo sentito parlare della costruzione di una tramvia nel centro di Firenze. Siccome ho visto gli orrori di Milano, sono qui per dire che si tratta di un errore mostruoso». Questo il suo intervento a margine di un’iniziativa, organizzata al teatro Saschall di Firenze da Mario Razzanelli, promotore dei referendum contro il progetto della tramvia.
«Ormai - ha continuato Alberoni - il centro di Milano è diventato una stazione ferroviaria. Nel 1970 dovevano scegliere se andare sotto terra o in superficie ed hanno scelto la superficie: il risultato è che il traffico è aumentato, si sono ristrette le vie oltre al fatto di avere un inquinamento acustico terrificante». «Il progetto della tramvia - ha ribadito - è uno sbaglio, la tramvia in genere è sbagliata a meno che non sia esterna alla città. Il traffico urbano deve passare sotto terra. Tutte le grandi metropoli - ha concluso - hanno tolto la tramvia o l’hanno evitata».