L’accusa di Berneschi: «Le banche lavorano poco»

«Il Governatore ha detto che in questo paese si lavora poco, ha avuto coraggio, ma ha ragione, è una cosa vera». Il presidente di Banca Carige, Giovanni Berneschi, commenta così un passaggio della relazione del Governatore di Banca d'Italia. «Il nostro - ha aggiunto Berneschi - non è un problema di competitività, no, il fatto è che qui non lavora più nessuno». Il presidente di Carige ha parlato a margine del convegno annuale sulle Considerazioni finali del Governatore promosso da Effebi-Carige. «Ricordo quando aprimmo una società in Germania e ci meravigliammo del fatto che i tedeschi lavoravano solo fino alle cinque. Oggi la situazione si è ribaltata, siamo noi che alle quattro abbiamo già finito». Berneschi ha poi evidenziato come dalla relazione di Draghi emerga con forza il tema del regionalismo delle banche, che devono attuare una funzione locale: «il Governatore ha detto anche che le banche lo stanno facendo» ha commentato Berneschi. «Questo è nel nostro dna - ha detto ancora il presidente di Carige - è c'è sintonia tra la proprietà e il management, specie dopo l'entrata di soci tedeschi e specie francesi che hanno lo stesso ruolo essendo casse di risparmio».