Dopo l’acquisizione di Emap France salgono i ricavi (+5,6%) e il margine operativo lordo (+7,5%). Utili in calo del 5%: «Pesano motivi fiscali» Per Mondadori primo bilancio «alla francese»

Costa: «Bene la pubblicità nel 2007»

da Milano

Mondadori ha chiuso il 2006 con un fatturato in aumento del 5,6% a 1.750,2 milioni e un margine operativo lordo in aumento del 7,5% a 240,3 milioni. L’utile netto consolidato si attesta a quota 109 milioni, in calo del 5% rispetto ai 114,7 del 2005, «principalmente - spiega una nota del gruppo editoriale di Segrate - per effetto della non imponibilità ai fini Ires dei 20,8 milioni del contributo governativo sulla carta del 2005».
Per Mondadori il 2006 è stato l’anno dell’ingresso nel mercato francese, con l’acquisizione di Emap France (oggi Mondadori Francia), consolidata da settembre. Il progetto di bilancio consolidato per il 2006 di Mondadori si chiude quindi con una posizione finanziaria netta complessiva negativa per 554,7 milioni, dopo 144,6 milioni di dividendi distribuiti nel corso dell’anno e il pagamento delle acquisizioni di Mondadori France (551 milioni) e di Messaggerie Musicali (24 milioni). Altri investimenti hanno riguardato le attività di Radio R101 (15 milioni) e Mondadori Printing (24 milioni). Il dividendo proposto è di 0,35 euro per azione, in linea con il 2005.
Circa l'evoluzione prevedibile della gestione, il gruppo spiega che l'ampliamento del perimetro di attività e le prime indicazioni di andamento dei mercati di riferimento permettono a oggi di prevedere «performance gestionali superiori al 2006», escludendo l'effetto di elementi non ricorrenti.
Nel primo trimestre dell'anno la raccolta pubblicitaria è «leggermente positiva», ha detto l’amministratore delegato, Maurizio Costa, che ha aggiunto di attendersi per giugno un aumento della raccolta nei periodici del 2,5-3% e nell'intera concessionaria del 4,5-5%.
Entrando nel dettaglio, nel 2006 la divisione libri di Mondadori ha registrato ricavi per 439,5 milioni (più 3,4%). Costa ha spiegato che il comparto è «in generale in ottima salute e ci sono buone prospettive di conferma anche per il 2007» di questi livelli. Sui periodici (867,2 milioni di ricavi, con una crescita dell’11,5% nel 2006) «il mercato è più difficile», ha spiegato il manager. In particolare, gli allegati sono visti in flessione e il gruppo sta facendo una selezione con maggior attenzione per la redditività. E per la fine del 2007 Mondadori prepara il lancio dell’edizione francese di Grazia. Per Radio R101 (9,3 milioni di fatturato, più che raddoppiato rispetto al 2005) Costa ha spiegato che «un pareggio operativo lo possiamo attendere a cavallo tra il 2008 e il 2009. Quello che ci preme è costruire una radio solida e leader». Il titolo Mondadori ha chiuso in calo dello 0,70%.