L’Acri si prepara a un cambio della governance

Cambio di governance in vista per l’Acri, l’associazione che rappresenta le fondazioni di origine bancaria italiane. All’assemblea che si terrà a giugno a Siena, apprende Radiocor, verrà proposta la creazione di un comitato di presidenza di 11 membri che sostituirà l’attuale ufficio di presidenza di cui fanno parte il presidente, Giuseppe Guzzetti, e i cinque vicepresidenti. Nascerebbe così una sorta di comitato esecutivo dell’associazione. La proposta prevede che nel comitato entrino 8 rappresentanti delle fondazioni eletti sulla base di altrettante macro aree geografiche definite sulla base del numero di ex enti bancari presenti sul territorio.