L’addio di Mazzarri prima della Samp

Ieri sera il saluto a Reggio Calabria dove ha ricevuto la cittadinanza onoraria insieme ai giocatori per la salvezza storica e pure miracolosa. L'incontro con il presidente Foti per stringersi la mano e dirsi addio senza veleni. Infine la conferenza stampa, in programma per oggi, quando annuncerà l'addio ufficiale alla Reggina. Sono ore intense per Walter Mazzarri, ormai promesso sposo della Samp dopo l'incontro di lunedì a Milano con Beppe Marotta. Manca solo la firma poi ci sarà la presentazione, forse nei primi giorni della prossima settimana. E si potranno scoprire anche i lineamenti tattici della Samp che nascerà. Due moduli: 3-4-1-2 oppure 3-5-2. Un cambiamento netto rispetto al 4-4-2 di Walter Novellino che ieri è tornato a parlare ad un radio romana: «Fa piacere l’accostamento a squadre di rango come il Torino, club nel quale sono cresciuto come calciatore. Anche leggere della Juventus mi fa piacere. Vuol dire che di me si parla ad alti livelli. Del resto credo di meritare una panchina importante. Ho un carattere difficile, ma di sicuro non si può dire che sia un falso prete». Intanto, ennesimo rinvio sul caso Flachi. Impossibile fare previsioni. Stupito anche Paolo Rodella, legale del giocatore. Bisogna attendere, aspettando magari uno sconto rispetto ai due anni di squalifica richiesti dalla Procura.