L’afa di metà luglio mitigata dalla pioggia

A volte tornano. Lampi, fulmini e pioggia. Dopo 22 giorni le strade di Roma sono state di nuovo bagnate. Ieri mattina intorno alle 9 un fitto acquazzone, accompagnato dai tuoni, ha investito la capitale. Subito dopo le nubi si sono aperte e hanno lasciato spazio al sole. «Dovrebbero riflettere tutti quelli che, a giugno, avevano pronosticato l’estate più calda degli ultimi duecento anni - dichiara Franca Mangianti, direttrice dell’Osservatorio meteorologico del Collegio Romano -. Io avevo avvertito che a quei giorni di caldo, potevano seguire seguire anche giornate con valori anche al di sotto della media stagionale». Le temperature medie di questi giorni sono state di 26/27 gradi, circa tre gradi sotto il normale per questo periodo. Solo la temperatura della notte, intorno ai 19.4 gradi, ha rispettato le aspettative. Le previsioni prevedono fino a giovedì temperature ancora di due o tre gradi al di sotto della media con tempo bello al mattino e possibili precipitazioni al pomeriggio. Da giovedì il tempo tornerà ad essere stabile con le temperature che torneranno a salire e a superare, forse anche nel fine settimana, i trenta gradi. Preparate costumi e teli da bagno.