L’affluenza cala (ma solo in apparenza)

Forse è colpa della domenica primaverile che ha spinto molti romani sulle spiagge o fuori porta. Forse del disinteresse di quel 14 per cento di romani i cui candidati sono stati «eliminati» nel primo turno. Forse dell’assenza del voto nazionale che due settimane stanò quattro italiani su cinque.Fatto sta che l’affluenza alle urne ieri a Roma, malgrado l’importanza della posta in palio, è stata decisamente inferiore a quella di due settimane fa. Ieri alle 22 aveva votato il 46,99 per cento dei romani, mentre allo stesso orario del 13 aprile il dato era di oltre dieci punti superiore: 57,18. Considerato però il «traino» garantito dalle elezioni politiche, pare più corretto fare un confronto con le elezioni comunali di due anni fa, quando il voto per le comunali era affiancato soltanto da quello per le municipali. Ebbene, alle ore 19 del 28 maggio 2006 il dato sull’affluenza era del 46,97 per cento, quindi di due centesimi di punti inferiore. Praticamente uguale. Allora l’affluenza finale fu del 65,98, due settimane fa del 73,52, quindi è possibile ipotizzare per questo turno di ballottaggio un’affluenza finale più vicina al primo dato che al secondo.
Interessante è esaminare il dato municipio per municipio: quello dove ieri si è votato di più è stato il XII, con il 50,46 per cento di partecipazione al voto, seguito dal XVIII (49,21), dal V (48,70), dal XVII (48,65) e dal IX (49,53). Più o meno la stessa classifica di due settimane fa quando in testa c’era il XII (62,46) seguito da XVIII (59,96), XVII (59,06), V (58,69) e X (58,19). I municipi ieri più «pigri» sono stati il I (43,07), il III (44,13), il XIII (44,98), l’VIII (45,03) e il XX (45,27). Due settimane fa le maglie nere erano il I (53,64), il III (53,95), l’VIII (55,56), il XVI (55,83) e il VI (55,97). Due anni fa alle 19 in testa c’era il V (49,63), il XII (49,46), il IX (49,28), il XVII (49,02) e il X (48,33), mentre nelle ultime posizioni il I (41,87), il XX (43,87), l’VIII (44,89), il III (45,18) e il XIX (45,87).
Quindi le dinamiche del voto sono più o meno sempre le stesse ed è difficile dunque trarre auspici per il risultato finale della sfida Rutelli-Alemanno. Confrontando i dati sulle affluenze di due settimane fa e di ieri (in questo caso ci riferiamo all’affluenza alle ore 19) si può notare comunque che il saldo peggiore è quello del municipio XII, che pur essendo sempre primo vede diminuire il suo dato del 10,13 per cento. Sfiora il 10 per cento anche il XX (meno 9,98). La diminuzione minore invece riguarda il municipio VII, che in due settimane ha «disperso» solo il 7,01 per cento dei voti.