L’agenda dell’assenteista Fassino

Qualcuno ricordi a Fassino di essere stato eletto sindaco di Torino. Perché, a guardare il calendario degli impegni del neo primo cittadino, sembra che proprio non se ne sia accorto. Lo scorso mercoledì Fassino si è presentato a Chioggia, intervenendo a sostegno della candidatura di Giuseppe Casson. Domenica era al teatro Parenti di Milano, per un incontro con Giuliano Pisapia e con il sindaco di Genova Marta Vincenzi, dove non ha perso occasione per commentare la volontà di parte del centrodestra di spostare alcuni Ministeri a Milano: «Si può benissimo avere attenzione per il Nord senza contrapporlo al resto del Paese». Lunedì sera l’ospitata alla trasmissione televisiva Iceberg, ieri il discorso a Montecitorio in ricordo del segretario del partito comunista Alessandro Natta. E oggi via verso Rovigo, in un nuovo comizio a sostegno del candidato sindaco per il centrosinistra Federico Frigato. E Torino? Quando Fassino inizierà a prendersi cura della città che lo ha eletto sindaco? I torinesi se lo stanno già domandando...