L’albero Addobbi fai-da-te o l’alternativa dei mercatini

Albero e addobbi sono parte integrante dello spirito natalizio: gli sprechi, no. A cominciare dalla strage di abeti. Provate l’albero artificiale: oltre a essere ecologico, dura per sempre, quindi è anche più conveniente, non perde gli «aghetti» così fastidiosi da pulire e una volta addobbato per bene non ha niente da invidiare a un albero reciso. Gli addobbi sono troppo cari? Cercate di riciclare le decorazioni che già avete - potrete, volendo, acquistarne di nuove dopo le Feste, per il Natale 2009 - arricchendole con particolari suggestivi e poco costosi: foglie e pigne, per esempio, se avete la possibilità di fare una passeggiata nel bosco o nel parco. Oppure usate la frutta: noci, mandarini o mele rosse, magari per un centrotavola. Il fai-da-te è una grande risorsa anche per i regali, e non è necessario essere maghi del bricolage o regine del punto croce. Basta un po’ di tempo e di pazienza, ad esempio, per realizzare una nostra «photogallery» con i genitori o i fratelli, fatta con le fotografie migliori che ci ritraggono insieme, da stampare e incollare al classico album oppure, più tecnologicamente, su un cd. E non dimentichiamo i regali solidali: in ogni città c’è almeno un mercatino di Natale con prodotti dei Paesi in via di sviluppo, oppure si possono trovare idee sui siti Internet delle associazioni non profit, che propongono l’adesione a progetti e gadget in vendita a scopo benefico.