L’Alexanderplatz ricomincia dal jazz italiano

Parte stasera la nuova stagione dell’Alexanderplatz. Lo storico jazz club di via Ostia apre in grande stile, con i concerti di Roberto Gatto e Gegè Telesforo. Tre giorni di festa in musica, per celebrare degnamente il ventiseiesimo compleanno del locale. E la nuova stagione sarà caratterizzata non solo da ottimi concerti, ma anche da produzioni proprie che contribuiranno ad arricchire l’offerta jazzistica. Il primo concerto dell’anno vedrà protagonista il batterista romano Roberto Gatto, con Max Ionata e Daniele Scannapieco al sax, Roberto Tarenzi al piano, Fabio Zeppettella alla chitarra e Francesco Puglisi al contrabbasso. Un repertorio di standard ma anche tanta improvvisazione. Venerdì e sabato sarà in scena Gegè Telesforo con il progetto G-Jazz: Gegè Munari alla batteria, Giorgio Rosciglione al basso, Andrea Beneventano al piano e Max Ionata al sax. La ritmica «old school» del jazz italiano incontra alcuni tra i più quotati musicisti hard-bop, dando vita a un sound carico di swing ed energia, con composizioni di Monk, Gillespie, Allison e brani in stile Blue Note anni ’60. Il tutto naturalmente arricchito dalla verve e dalla simpatia di Telesforo e della sua raffinata tecnica vocale. La prima settimana di programmazione vedrà poi i concerti del trio di Roberto Telenzi (piano), con Francesco Puglisi (contrabbasso) e Roberto Pistolesi (batteria), lunedì 29; del «Hot Club d’Italy swing violin quartet», con Rick Pellegrino al violino, Riccardo Biseo al piano, Giorgio Rosciglione al contrabbasso e Gegè Munari alla batteria (martedì 30); del sestetto del sassofonista Enzo Scoppa, riunito per l’occasione.