L’ALLARME DI LEGAMBIENTE

«Una scia inquinante, spesso maleodorante, carica di batteri e scarichi non depurati che dai torrenti e dalle foci dei fiumi raggiunge il mare e lambisce le coste»: è l’immagine che Goletta Verde di Legambiente dà dei rivi e dei corsi d’acqua della Liguria. «Da Imperia alla Spezia la mancanza di depuratori efficienti crea un’emergenza regionale che non conosce soluzione di continuità - denuncia il presidente di Legambiente Liguria Santo Grammatico -. Dei 18 punti campionati in tutta la riviera ligure, 15 risultano essere fortemente inquinati o inquinati. Sono soprattutto foci e torrenti. Solo il 61% della popolazione è coperto da un adeguato sistema di depurazione». E se non si metterà in regola con i depuratori l’Italia rischia una multa di dieci milioni dalla Ue l’Italia. «In Liguria non c’è più tempo per ulteriori rinvii, bisogna intervenire» dice Legambiente.