L’allarme mutui Usa terrorizza le Borse

Il fantasma dei mutui «subprime» è tornato a colpire sulle borse del Vecchio e del Nuovo Continente dopo due giorni di tranquillità che avevano fatto recuperare terreno ai vari listini. In chiusura le maggiori piazze finanziarie europee hanno recuperato parzialmente le perdite (Parigi ha sfiorato il -3%, Milano -1,45%), «bruciando» comunque 160 miliardi di capitalizzazione. Allo scopo di fronteggiare la crisi, la Bce ha immesso liquidità sui mercati per 94 miliardi di euro mentre la Fed ha fornito 24 miliardi di dollari.