L’allarme rimasto inascoltato

Un vecchio peschereccio carico di immigrati rischiò di naufragare al largo delle coste maltesi i primi di agosto del 2007. A dare l’allarme era stata una nave da crociera spagnola, che aveva appena raccolto 13 superstiti segnalando che 15 naufraghi risultavano dispersi: «C’è un altro barcone in difficoltà con circa 150 clandestini a bordo, venite a soccorrerli» fu l’appello, rimasto inascoltato, nonostante le condizioni proibitive del mare Forza 4. Il barcone, che aveva lanciato l’sos con un satellitare, fu poi avvicinato da una motovedetta della Marina maltese. Ma l’equipaggio si limitò a consegnare giubbotti salvagente, acqua e viveri. Secondo La Valletta non sarebbe giunta infatti alcuna richiesta di aiuto da parte degli immigrati, che avrebbero manifestato l’intenzione di proseguire verso l’Italia. La carretta continuò così a navigare verso Lampedusa: ad attenderla, al confine con le acque maltesi, le motovedette italiane.