L’allarme utili di Motorola affonda Palm

da Milano

Profit warning per Motorola. Il colosso Usa dei cellulari ha tagliato le stime di vendita per il primo trimestre da 10,4-10,5 miliardi di dollari a 9,2-9,3. Inoltre, per lo stesso periodo, Motorola ha previsto una perdita tra i 7 e i 9 dollari ad azione, contro i 17 di utile attesi dagli analisti. Sono già due trimestri che il numero due mondiale della produzione di telefonini delude i mercati, a causa del rallentamento delle vendite. Motorola annuncia anche un’accelerazione del suo programma di buyback azionari. Ieri la società ha perso a Wall Street circa l’8%, con alcuni broker che hanno abbassato il target price. Per tutta la giornata le concorrenti europee, da Nokia ad Ericsson, hanno invece galoppato con rialzi superiori in finale al 3%, innescati dalle attese di una ulteriore erosione delle quote di mercato della rivale americana. Motorola ha trascinato al ribasso anche Palm, crollato al Nasdaq dell’8,5%, a quota 17,8 dollari. Sembrava infatti che Motorola dovesse acquistare il produttore di palmari californiano, ma dopo il profit warning gli analisti ritengono improbabile che il gigante dei cellulari possa affrontare una simile spesa. «Palm rischia di restare isolata - scrive nella nota agli investitori Vivek Arya, di Merrill Lynch -, Nokia infatti avrebbe problemi di software e hardware per integrare i propri prodotti con quelli di Palm».