L’allergia di Riotta ai fischi della piazza

A pensar male si fa peccato, molte volte ci si azzecca e altre volte, come questa, no. Nei giorni scorsi qualcuno aveva bacchettato il neo direttore del Tg1 Gianni Riotta di piaggeria nei confronti del premier Romano Prodi, al quale era stato risparmiato il dolore di vedersi (e sentirsi) sommerso dai fischi in tv a Verona, davanti al Papa. Ieri il bianchetto di Riotta sui nastri audio è toccato ai fischi che a Vicenza qualche manifestante del centrodestra in odor di Padania ha rivolto all’inno di Mameli. A quanto pare a Riotta i fischi non piacciono.