L’alluvione e il vitalizio degli ex consiglieri

(...) tutto prima che mi arrivasse quella lettera. Quindi non dite più che Monteleone non fa nulla».
E quindi all’ultima iniziativa di solidarietà, il presidente dell’Udc ricorda anche i mille euro già messi a disposizione da consiglieri e assessori per le vittime di tutte e due le calamità che si sono abbattute sulla sua regione, quella disastrosa che ha travolto le Cinque Terre a fine ottobre e la seconda altrettanto devastante a Genova. In più ci sono anche i centomila euro del proprio bilancio che si aggiungono al milione e duecentomila euro già stanziato dalla giunta. Mi scusi, ma a queste lettere ha già risposto qualcuno? «Non me lo chieda, non tengo la corrispondenza. Ho ritenuto giusto e doveroso chiedere anche a loro questo contributo volontario, conoscendo la maggioranza degli ex colleghi, mi auguro risponderanno con la generosità che li contraddistingue». E noi saremo pronti ad annotarla.
Tornando ai conti e alle cifre. Se tutti gli ex consiglieri della regione, rispondessero all’invito di Monteleone devolvendo il dieci per cento del loro vitalizio agli alluvionati, si potrebbero raccogliere circa 40-45 mila euro. «Mediamente la cifra che ciascuno può mettere varia dai 70-80 euro ai 230-400 a seconda del vitalizio», precisa il presidente del consiglio ligure.
E mentre continuano le sottoscrizioni per la raccolta fondi lanciata proprio sulle pagine di questo quotidiano attraverso il Comitato «Amici del Giornale Genova - Alluvione 4/11/2011, IT08G0617501418000001353380 BICCRGEITGG118» di cui giusto l’altro ieri abbiamo dato un primo bilancio e dove con nostra grande sorpresa e ancor più piacere a fare la parte del leone finora è stata la generosità della gente comune. Proprio così, andando a spulciare i bonifici arrivati, le adesioni dei nostri lettori e cittadini sono state una maggioranza schiacciante rispetto a quella dei politici, ai quali tra l’altro era indirizzata l’iniziativa. Un’idea portata avanti da Andrea Cambiaso proprio per dare un segnale e far capire alla gente che la politica non è tutta uguale e non è tutta casta.
Non pervenuto, ad oggi, nessun parlamentare. Ma c’è chi, tra i rappresentanti politici appunto, come Raffaella Della Bianca tiene a precisare di aver già dato i mille euro della Regione e di continuare a fare beneficenza a titolo personale a suore e altrove. Mentre il consigliere Fabio Lucchini di Alassio ci ha detto che devolverà il gettone di Alassio e Savona proprio alla nostra raccolta fondi.