L’alpino di Cuneo e il sottosegretario

Certo lui è uno che per gli alpini ha sempre avuto un occhio di riguardo, vedasi la proposta di legge presentata per equiparare legalmente il santuario «Madonna degli Alpini» di San Maurizio di Cervasca (Cuneo) ai cimiteri di guerra. Ma nell’entusiasmo con cui il sottosegretario all’Interno Michelino Davico ha accolto la nomina a Capo di Stato maggiore del generale di Corpo d’Armata del corpo degli Alpini Biagio Abrate (nella foto) impossibile non vederci una punta di campanilismo. Sia Davico che Abrate sono infatti due figli del cuneese. «Un cuneese, alpino - ha sottolineato Davico - è ancor di più motivo per noi di grande orgoglio».