L’altra italiana Fiorentina, impresa ad Anfield Road Gilardino affonda il Liverpool al 92’, è primo posto

Nel tempio di Anfield Road, la Fiorentina compie una specie di sacrilegio come dieci anni fa sul campo dell’Arsenal. Il gol di Gilardino al 92’ affonda il Liverpool e fa avverare il sogno viola: vincere il girone, unica italiana delle tre che accedono agli ottavi. È una Fiorentina «incerottata» quella giunta in Inghilterra accompagnata dai fratelli Della Valle e da 3000 tifosi: mancano sette titolari tra cui Jovetic, l’eroe della partita di andata nemmeno in panchina. Eppure la squadra di Prandelli mostra grande personalità contro i Reds nei quali esordisce dal primo minuto l’ex romanista Aquilani. Tre le occasioni da gol gigliate nel primo tempo, ma è il Liverpool a segnare nell’unica azione pericolosa: punizione di Gerrard, tocco di testa dell’esterno israeliano Benayoun che supera Frey. I calci piazzati del centrocampista della Nazionale sono sempre pericolosi e la Fiorentina soffre a inizio ripresa. Poi improvviso il pareggio di Jorgensen al termine di un’ottima azione corale dei viola. Prandelli inserisce Vargas e Marchionni per l’assalto finale ed è proprio il peruviano a pescare Gilardino in area per il 2-1 che ha il sapore dell’impresa.