L’amaro addio di Milanetto venduto al Lugano

Neustift (Austria)Caro diario, nella prima amichevole stagionale il Genoa ha battuto i dilettanti dello Stubaital 6-0. La notizia però è un'altra: questa è stata l'ultima gara di Milanetto con la maglia rossoblù. Omar è stato ceduto al Lugano. I tifosi assiepati sugli spalti lo hanno appreso in tempo reale, leggendo su internet il comunicato del Genoa con cui si dava notizia del trasferimento di Milanetto al club elvetico. Al 30' del primo tempo Malesani lo ha sostituito con Veloso e Omar è uscito tra gli applausi della tifoseria, la più chiara risposta alla volontà della piccola frangia della tifoseria che lo ha contestato nelle scorse settimane costringendolo all’addio.
Nella prima frazione Malesani ha schierato il 4-3-3 con Rossi, Granqvist, Moretti, Antonelli davanti a Lupatelli; Kucka, Milanetto e Constant a centrocampo; Palacio, Pratto, Zè Eduardo in attacco. Buono il debutto di Zè Love che nella mezzora in cui è rimasto in campo ha sciorinato tutto il suo repertorio di finte e di assist. Positivo anche l'esordio di Pratto, autore di un pallonetto imparabile. A seguire l'amichevole c'era Rino Foschi, direttore sportivo del Padova che ha preso Hallenius dal Genoa.
Nella ripresa girandola di cambi: fuori Pratto, Constant, Kucka, Granqvist, Antonelli, Rossi, Veloso, Rudolf, Moretti. Dentro Ribas, Birsa, Sturaro, Krajnc, Dainelli, Mesto, Seymour, Hallenius, Bertoncini. Jorquera ha preso il posto di Palacio avanzando nel tridente con Rudolf e Ribas e ha colpito un palo di (...)