L’ambasciata irachena era un deposito di armi

Londra. Un deposito di armi è stato trovato nell’ambasciata irachena a Londra, abbandonata dopo lo scoppio della guerra, nel marzo del 2003 e rimasta disabitata per un anno e mezzo. È stato il neo-ambasciatore Salah al Shaikhy a fare la scoperta, riportando alla luce anche documenti che attestavano anche un’attività di spionaggio, probabilmente compiuta nei confronti degli stessi impiegati. Secondo quanto ha riferito la Bbc, all’interno del nascondiglio è stato rinvenuto un vero e proprio arsenale. Un portavoce delle forze dell’ordine londinesi ha reso noto che «le autorità irachene hanno informato la polizia della scoperta di armi all’interno dei loro locali nella parte sudoccidentale della capitale», sottolineando la piena collaborazione con il governo britannico.