L’ambasciatore Usa: «Pieno sostegno, Milano ce la può fare»

L’ambasciatore americano Ronald Spogli sostiene Milano nella candidatura per l’Expo. «Ce la può fare - ha affermato ieri durante la presentazione del “Programma Fulbright-Best 2008” -, so quanto questa occasione sia importante, per questo darò il massimo sostegno».
Poche parole, ma significative. Perché ieri il diplomatico statunitense non voleva distogliere troppo l’attenzione dal motivo che l’ha portato in città: la campagna di reclutamento e di raccolta fondi per selezionare i migliori candidati che parteciperanno all’edizione 2008 del Programma Fulbright-Best.
«Una grande possibilità per gli studenti italiani - l’ha definito il sindaco Letizia Moratti - perché permette loro di fare un’esperienza formativa, ma soprattutto di entrare in un circuito virtuoso nel quale le idee si trasformano in progetti».
Durante il primo anno hanno già potuto usufruire delle borse di studio cinque studenti italiani, «attualmente ne abbiamo altre undici - ha detto Spogli -, ma il nostro obiettivo è triplicare l’offerta». Il programma permette di partecipare ad un master di cinque mesi presso la Santa Clara University’s Center for Innovation e Aziende della Silicon Valley. Possono partecipare al bando dottorandi o dottori di ricerca in materie scientifiche e tecnologiche con ottime conoscenze dell’inglese. Tutte le informazioni sul sito www.fulbright.it/fulbright_info.asp