L’ambientalista che inquina

L’ex ministro Giovanna Melandri, di provata fede ecologista e progressista, come testimonia Italia oggi, ha presentato il libro «Qualcuno continua a gridare. Per una mistica della politica», opera di Antonietta Potente, teologa italiana che lavora in Bolivia e fa parte delle suore domenicane di San Tommaso d’Aquino. Per una Potente di nome, pardon di cognome, una potente di fatto: l’Audi che è rimasta a motore acceso per tutta la durata dell’evento culturale con i tubi di scarico rivolti verso l’ingresso della Biblioteca. Inquinando senza ritegno. E sapete perché? Per tenere la temperatura fresca in auto: la Melandri odia sudare. Domanda delle cento pistole: ma l’ex ministro non era ecologista?