L’«americana» X3 si fa più imponente

SpartanburgErede di un modello di successo (oltre 600mila unità vendute in sei anni), la seconda serie della Bmw X3 nasce su una nuova linea allestita appositamente nella fabbrica Usa di Spartanburg (Sud Carolina), accanto alle sorelle maggiori X5 e X6 a cui si avvicina anche per le misure maggiorate (4,65 metri di lunghezza per 1,88 di larghezza), le linee più slanciate e i contenuti che combinano la raffinatezza meccanica con la più avanzate tecnologie di assistenza alla guida. Un’impronta a terra decisamente più ampia contrassegna la sagoma della X3, insieme con l’andamento a cuneo delle linee lungo le fiancate. All’interno, la console centrale orientata verso il guidatore e i sedili anteriori ampi, ma contenitivi, richiamano la sportività tipica dei modelli della casa bavarese, mentre l’abbondanza di tasche e vani portaoggetti, il divano suddiviso in tre parti abbattibili singolarmente con ripartizione 40/20/40 per cento e un vano bagagli da primato per la categoria di appartenenza (da 550 a 1.600 litri di capienza) esaltano la versatilità d’uso.
La nuova X3 si presenta come il modello più dinamico e al tempo stesso più efficiente tra i Suv premium di medie dimensioni. Grazie, in primo luogo, alla distribuzione equilibrata dei pesi tra i due assali, e soprattutto alla trazione integrale intelligente xDrive a ripartizione variabile della coppia, ottimizzata con una nuova taratura che, insieme con l’assetto completamente rivisto e l’inedito servosterzo elettromeccanico, rende la vettura più maneggevole e reattiva. Con il contributo di alcuni sistemi opzionali, dal Performance Control che migliora il comportamento in curva allo sterzo sportivo che riduce il lavoro sul volante e al Dynamic Damper Control che adatta gli ammortizzatori al fondo stradale e allo stile di guida, la X3 si incolla letteralmente alla strada ed esegue con rapidità e precisione le traiettorie richieste, rimanendo sempre «piatta» e sincera. Mandarla in crisi non è facile neppure quando si esagera nel tentativo di scaricare a terra i 306 Cv di potenza e i 400 Nm di coppia dell’esuberante 6 cilindri in linea 3.0 TwinPower Turbo che, in abbinamento con un cambio automatico a 8 rapporti, spinge la xDrive35i fino alla velocità massima di 245 km/h, limitando comunque consumo ed emissioni in 8,8 litri ogni 100 km e 204 g/km di CO2. Il miglior compromesso tra prestazioni (210 km/h di velocità massima), comfort di marcia ed economia di esercizio lo offre però il 4 cilindri turbodiesel 2.0 da 184 Cv e 380 Nm di coppia che equipaggia la xDrive20d: beve in media solo 5,6 litri di gasolio ogni 100 km e nell’abbinamento con il cambio manuale a 6 marce di serie emette appena 149 g/km di CO2 che scendono a 147 con l’automatico a 8 rapporti offerto in opzione. Il sistema Start Stop (standard su tutte le versioni) e altri dispositivi che rientrano nel programma EfficientDynamics di Bmw contribuiscono a fare della X3 un campione di efficienza energetica, mentre a garantire un adeguato livello di comfort provvedono la dotazione di serie (climatizzatore automatico, volante in pelle, impianto audio con lettore cd e cerchi in lega) e i numerosi optional. I prezzi della nuova X3, disponibile dal 20 novembre, partono da 41.750 euro (20d) e da 53.500 (35i).